Trattamento Acque Reflue

fosse accessorie


Per il progettista

Descrizione e voce di capitolo:

Fossa settica in polietilene monoblocco opportunamente nervata per resistere alle pressioni dell’interramento.
La fossa deve presentare uno o più coperchi a vite per l’ispezione ed il prelievo periodico dei fanghi e dovrà essere dimensionata in ragione di 200 lt /A.E.
La fossa settica dovrà essere dotata di un bocchettone di sfiato ed i tubi di ingresso e di uscita dovranno essere opportunamente dimensionati e dotati di guarnizione in gomma


Riferimenti Normativi:
  • - D.Lgs. 152/06 s.m.i.
  • - Atto Delib. n 1053/03 Reg. Emilia Romagna
  • - DGR 424 2012 Reg. Umbria
  • - Norma Tecnica UNI EN 12566-1/03
  • - Deliberazione 4 Febbraio 1977


A titolo di esempio possiamo indicare:

  • - Prima e dopo un impianto di depurazione
  • - Dopo un impianto di filtri percolatori
  • - Prima della fognatura o di un drenaggio


Per il rivenditore

Applicazioni:

Le settiche sono le fosse più semplici e sono in grado di avviare la fermentazione anaerobica tendendo a trattenere le sostanze sedimentabili. Le settiche sono utilizzate come fosse accessorie ad un impianto di trattamento.
Nelle fosse settiche non devono essere mai condotte acque meteoriche. Qualora vengano utilizzate come fosse accessorie, indichiamo una capacità minima di 100 lt /A.E., mentre nel caso di utilizzo come singolo componente è consigliata una capacità minima pari a 200 lt /A.E..


Caratteristiche:
  • - Tecnologia e nervature originali design Zetaplast
  • - Guarnizioni in gomma
  • - Utilizzo di 1 solo coperchio
  • - Monoblocco a tenuta

Vantaggi:
  • - Resistenza garantita all’interramento
  • - Possibilità di posa in opera di 1 solo chiusino
  • - Minor tempo di posa
  • - Garanzia di tenuta idraulica
  • - Facile trasportabilità